Dipartimento di Scienze dell’Educazione

Home

Progetti

Dipartimento di Scienze dell’Educazione «Giovanni Maria Bertin»
Effetti delle attività di gioco cooperativo sull’integrazione dei bambini stranieri nella scuola primaria
Educazione dell'infanzia (13)
Gioco (11)
Corpo e movimento (10)

Effetti delle attività di gioco cooperativo sull’integrazione dei bambini stranieri nella scuola primaria

Anno di inizio : 2009

Responsabile : Andrea Ceciliani

Partecipanti : 2

Enti : 2

Descrizione

Il fine principale del presente lavoro consiste nell’evidenziare il valore formativo dell’Educazione Fisica, un aspetto generalmente poco riconosciuto nella nostra società nonostante, da più parti  si riconosce che il gioco motorio costituisce un potente mezzo educativo. .
Riassumendolo nei suoi tratti essenziali, il progetto di ricerca che abbiamo portato avanti può essere definito come un percorso ludico motorio costruito nel tentativo di facilitare la conoscenza reciproca e le relazioni sociali in bambini di scuola primaria, attraverso il gioco sociomotorio (Parlebas, 1998).
La parte sperimentale dello studio, prevedeva la costituzione di tre gruppi sperimentali (a gruppi fissi, a gruppi variabili, e a gruppo classe) e uno di controllo.
All’inizio e alla fine del progetto è stato somministrato il  sociogramma analizzato attraverso un software specifico della Erickson  (Sociogramma dei gruppi, 2003).
In sintesi ci sembra poter affermare che l’organizzazione delle attività, in relazione alla stabilità e fissità dei gruppi di lavoro, sia uno dei nodi principali per favorire la relazione reciproca, operando in particolare attraverso il lavoro cooperativo.
All’interno di tale indicazione prioritaria, emergono altre indicazioni, riferibili: alla forte tendenza dei bambini alla relazione con compagni dello stesso sesso, alla necessità di relazioni facilitate, oltre che dalla stabilità, dall’esperienza nel piccolo gruppo se non nella coppia e nella scarsa necessità di leader di gruppo veri e propri ma, casomai, di leader funzionali legati al momento e al compito. A parte qualche aspetto, non sembra vi siano differenze di genere particolarmente significative nella fascia d’età considerata.

Tipo di attività

Ricerca sperimentale

Tipo progetto

Ricerca istituzionale

Contatti

E-mail responsabile
E-mail responsabile
[andrea.ceciliani@unibo.it]

Scopri come usare
Strumenti