Dipartimento di Scienze dell’Educazione

Home

Progetti

“Autismo – Università”

Anno di inizio : 2009

Responsabile : Andrea Canevaro

Partecipanti : 1

Enti : 2

Descrizione

Il progetto si prefigge di preparare, accompagnare e favorire il percorso universitario di persone con sindrome dello spettro autistico.
Si articola nelle seguenti tappe:
1. Individuazione, attraverso strumenti di rilevazione, dei punti di forza del soggetto autistico nel percorso scolastico corrispondente alla scuola secondaria superiore. Gli strumenti di rilevazione verranno individuati insieme ai soggetti che, essendo nello stesso suo contesto, possono compiere una migliore osservazione. Ma sarà bene chiarire che gli strumenti di rilevazione sono anche utili per coinvolgere i diversi soggetti in una progettualità che esige da parte loro, con tutta probabilità, qualche cambiamento. Pensiamo alla famiglia, ai coetanei, alla scuola. I punti di forza hanno bisogno di una interpretazione paradossa: un punto di forza potrebbe essere un comportamento che è stato considerato come altamente problematico. Ma l’interpretazione paradossa non servirebbe se non fosse incarnata in una proposta operativa che coinvolga i diversi attori. Il Progetto dovrà individuare soggetti con spettro autistico giunti alla scuola secondaria superiore, ragazze e ragazzi, logisticamente raggiungibili e seguiti o conosciuti dai presidi che sono in contatto con i membri del gruppo dei referenti scientifici e operativi.
2. Adattamento personalizzato valorizzante del percorso scolastico – curricolo individualizzato – basandosi sui punti di forza individuati. Preferiamo parlare di adattamento personalizzato valorizzante per evitare la diffusa interpretazione al ribasso della dizione “curricolo individualizzato”. Bisogna che sia chiaro: l’accesso al percorso universitario non può avvenire per elargizione di un favore, ma per meriti accertati ed accertabili. E questo implica il coinvolgimento – v. punto precedente – della scuola, allievi e docenti, ma anche personale ausiliario.
3. Orientamento congruente – relativo ai punti di forza individuati ed all’adattamento personalizzato del percorso scolastico – del corso di laurea utile al soggetto. Occorre evitare le soluzioni facili (dettate dalla logistica, dalla fama di buona accoglienza di un corso e dei suoi docenti.). Bisogna collegare la logica dei punti di forza a quella del progetto di vita, e quindi impegnarsi per garantire al soggetto un percorso che fornisca un profilo professionale e di competenze congruente al suo profilo di personalità e compatibile con le sue condizioni.
4. Percorso di osservazione e bilancio di competenze in una prospettiva “partecipata”, ovvero con il contributo il più possibile attivo dello studente. Questo percorso potrà essere svolto anche nel contesto scolastico e centrarsi sulle modalità di apprendimento, sul cosa facilita e cosa ostacola l’apprendimento, i facilitatori conosciuti e usati, le autonomie di base e relazionali.

Tipo di attività

Ricerca empirica

Tipo progetto

MIUR

Contatti

E-mail responsabile
E-mail responsabile
[andrea.canevaro@unibo.it]

Scopri come usare
Strumenti